Piano per la rivoluzione ambientale

PIANO PER LA RIVOLUZIONE AMBIENTALE

Assemblea cittadina di tutte le realtà ambientaliste a Làbas: i movimenti presentano il proprio Piano per la Rivoluzione Ambientale

Venerdì 28 maggio alle ore 18.00 a Làbas in Vicolo Bolognetti 2 sono convocati gli stati generali della cittadinanza attiva sui temi ambientali che da qualche tempo si sono riunite nella Rete Lotte Ambientali, verrà presentato e discusso un documento programmatico da consegnare al dibattito pubblico e politico sugli interventi necessari per la Rivoluzione Ambientale della Città Metropolitana di Bologna. 

Qui di seguito il documento da scaricare e visionare:

La rivoluzione ecologica bussa alle porte: Bologna deve rispondere e noi vogliamo fare la nostra parte.

Con questo spirito abbiamo intrapreso nel settembre scorso questo percorso di convergenza tra movimenti, associazioni e comitati a partire da una grande assemblea cittadina a Vicolo Bolognetti e una manifestazione di centinaia di persone per le vie della città. 
Nei mesi seguenti molte delle nostre battaglie sono diventate centrali nel dibattito politico, producendo in alcuni casi significativi avanzamenti, tuttavia siamo ancora lontani dall’affermare concretamente un modello di tutela ambientale all’altezza della fase storica. Per questi motivi abbiamo lavorato alla stesura di una proposta di Piano per la Rivoluzione Ambientale a Bologna, un documento di analisi e proposte che vogliamo condividere alla prossima assemblea cittadina. 
Il Piano vuole essere uno strumento utile per immaginare come potrà essere la città del domani e quali azioni occorre intraprendere per raggiungere gli obiettivi prefissati, ma anche una guida per le lotte che sin da dubito dobbiamo mettere in campo tutte e tutti assieme. Per questi motivi l’assemblea sarà anche il luogo in cui definire le prossime iniziative, raccogliere adesioni e integrazioni al documento, allargare la Rete a nuovi soggetti attivi.

Di seguito, la premessa del documento

Quello che segue è il risultato di un lavoro collettivo fatto da associazioni, comitati e movimenti sociali: un documento che nasce quindi innanzitutto dall’esperienza viva delle nostre lotte e dei percorsi che portiamo avanti ogni giorno, ancor prima che da competenze tecniche.

La ragione che ci ha spinto alla stesura di questo documento è la volontà di consegnare alla città una visione di parte, radicalmente ecologista, ma non per questo senza i piedi ben piantati nella realtà. Una visione che non ha l’ambizione di proporsi come esaustiva o di rappresentarsi come sintesi delle istanze ambientaliste, ma che al contrario vuole essere un punto di partenza di un discorso che prova ad assumere, dal basso e con organicità, non solo il merito dei temi posti, ma anche gli aspetti metodologici.

Lo facciamo adesso, in una fase dove sulle politiche ambientali, le infrastrutture e le scelte urbanistiche si sta giocando il futuro di una città che ha di fronte la sfida di raggiungere la  neutralità climatica entro il 2030 e di uscire dalla crisi pandemica riducendo le  diseguaglianze. Le città infatti hanno un ruolo di primo piano nel definire il riassetto delle nostre relazioni sociali e del rapporto che abbiamo con lo spazio pubblico urbano, ed è il territorio (inteso in senso metropolitano) dove abitiamo e dove vogliamo esercitare questo diritto di decidere, attraverso questo documento di analisi e proposte che vogliamo far diventare sin da subito un terreno concreto dove misurare le nostre azioni, conquistare diritti, cambiare i rapporti di forza, compiere una rivoluzione ambientale assieme.

Un “piano” per sua definizione è una strategia tesa a raggiungere degli obiettivi: i nostri sono quelli di vivere in una Bologna più vivibile, equa, sostenibile e democratica.

Chi siamo

La Rete delle Lotte Ambientali è un collettivo di associazioni, comitati e gruppi informali radicati a Bologna e impegnati nella salvaguardia del territorio.

Ne fanno parte Aria Pesa, A.MO Bologna Onlus, Ex Caserma Mazzoni Bene Comune, CampiAperti – Associazione per la Sovranità Alimentare, UTR Ecologia e Politica, Làbas, Dynamo-Salvaiciclisti, Legambiente Bologna, Extinction Rebellion Bologna, Vogliamo Pane No Oil, Rete Sovranità Alimentare, Rigenerazione No Speculazione, Fridays For Future Bologna, Camilla Emporio di Comunità.

Unisciti alla rete!